mercoledì 10 febbraio 2016

Crostata al cioccolato, arancia e pistacchi



Salve a tutti e bentrovati,

è passato un po' di tempo dall'ultima ricetta pubblicata ma da oggi si riparte con tante nuove bontà e proprio per farmi perdonare della mia assenza, ho deciso di ricominciare con un dolce cioccolatoso.

San Valentino si avvicina e il cioccolato è un must per questo giorno speciale, unito poi al profumo dell'arancia è qualcosa di paradisiaco. Una delle coppie perfette.

Questa che vedete in foto è una crostata che ho preparato questo scorso weekend per portarla ad un pranzo fuori a casa di amici e devo dire che il risultato non è stato niente male.

La base resta molto croccante, proprio come una crostata normale e non avendo aggiunto molto miele alla crema, il gusto resta deciso...proprio come piace a me!

versione paleo
senza cereali
senza glutine
senza latte
senza latticini
senza soia
senza legumi
senza zucchero
senza dolcificanti artificiali

Vediamo insieme come preparare questa golosa:

CROSTATA AL CIOCCOLATO ARANCIA E PISTACCHI

INGREDIENTI

Per la crosta
  • 350gr di farina di mandorle (opp mandorle tritate finemente)
  • 2 uova intere
  • 1 tuorlo
  • scorza grattugiata di metà arancia
Per la crema al cioccolato
  • 200ml di latte di cocco (da lattina)
  • 200gr di cioccolato extrafondente (almeno 75% in base al vostro gusto)
  • 1 cucchiaio di miele (meglio acacia o millefiori)
  • 1 cucchiaio di arancia spremuta
Per lo strato decorativo
  • 3 cucchiai di miele (meglio acacia o millefiori)
  • scorza grattugiata di metà arancia
  • Pistacchi tritati 
Stampo in silicone per crostate da 24 cm

PROCEDIMENTO

Crosta
In una ciotolina sbattere le 2 uova e il tuorlo, unire la scorza grattugiata. Aggiungete il composto con la farina di mandorle (oppure le mandorle precedentemente tritate). Lavorate bene l'impasto fino a formare una pallina. Avvolgete in pellicola trasparente e lasciate riposare in frigorifero per 15 minuti. Dopodiché stendete la pasta tra due fogli di carta forno e poi la adagiate delicatamente nello stampo e con l'aiuto delle mani la fate aderire ai bordi e al fondo, premendo bene. Volendo potete prendere la pallina di impasto, schiacciarla tra i palmi delle mani allargandola più possibile, poggiarla sul fondo dello stampo e modellarla. Una volta fatta questa operazione, bucate delicatamente il fondo della crostata con i denti di una forchetta e mettete in forno statico a 180° per circa 20 minuti (la crosta sarà cotta a doratura dei bordi, dipende dalla potenza del vostro forno). Sfornate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente nello stampo (raffreddandosi la crosta diventerà croccante).

Crema
In una pentola dal fondo alto e fiamma molto bassa fate riscaldare il latte di cocco. Quando sarà ben caldo (ma non a bollore) aggiungete il miele e l'arancia spremuta facendo amalgamare bene gli ingredienti. Ottenuto un composto omogeneo, spezzettate all'interno il cioccolato e mescolate per farlo sciogliere. Non abbiate fretta e fate tutto a fiamma bassa altrimenti si rischia di bruciare il cioccolato o che si addensi per eccessiva cottura. Una volta ottenuta una crema omogenea, togliete dal fuoco e lasciate raffreddare a temperatura ambiente in una ciotola.

Quando la crosta e la crema saranno bene fredde potete assemblare il dolce (non fatelo prima altrimenti la crosta potrebbe assorbire il calore della crema e ammorbidirsi sul fondo senza rimanere croccante).

Togliete la crosta dallo stampo e riempitela con la crema al cioccolato, versandola delicatamente senza lavorarla troppo e preparate il terzo strato, quello decorativo.


Strato decorativo 
In un pentolino sempre a fiamma bassa fate sciogliere il miele, senza mai far arrivare a bollore. Aggiungete la scorza grattugiata e i pistacchi tritati (metà della quantità scelta). Mescolate bene un paio di minuti e togliete dal fuoco. Lasciate intiepidire. Quando il miele non sarà più eccessivamente caldo, versatelo sulla crema al cioccolato della crostata in maniera delicata e spalmatelo aiutandovi con il retro di un cucchiaio. Vedrete che il calore tenderà a sciogliere la crema sottostante che nel frattempo si era rappresa. Nessun problema. Se volete che gli strati restino invece ben distinti dovete far raffreddare del tutto il miele. Decorate con gli altri pistacchi rimasti e altra scorza d'arancia.

Et voilà...
Bontà servita...






NEL BLOG TROVATE ANCHE:


  • Per iscrivervi al blog e ricevere tutti gli aggiornamenti

        


  • Facciamo quattro chiacchiere anche su:


             

venerdì 11 dicembre 2015

Tronchetto di Natale - Rotolo alle nocciole con ganache al cioccolato



Salve a tutti e bentrovati,

oggi ricetta speciale, tutta dedicata alle feste natalizie che ormai bussano alle nostre porte.
E' un dolce che tanti di voi conoscerete benissimo e che avrete spesso preparato o gustato durante questi giorni di festa; io ho pensato di riproporvelo.

L'ho preparato per portarlo al pranzo dell'8 dicembre e devo dire che è stato un successone. I commensali hanno gradito, anche il piccolo nipotino di casa e sono stata strafelice ^_^

Sono partita dalla ricetta presa dal famosissimo sito Giallo Zafferano (QUI) e ho apportato un po' di modifiche; ero dubbiosa sul risultato ma devo dire che è andato aldilà delle aspettative. L'impasto è venuto morbido abbastanza da essere arrotolato senza crepe e la ganache è venuta "dolce" abbastanza pur non avendo aggiunto dolcificanti all'interno. 

Leggete tutto il post fino alla fine, soprattutto le "note" per le varie spiegazioni e sostituzioni che secondo me potrebbero portare ad un risultato altrettanto delizioso.

=> So bene che un dolce elaborato come questo non ha niente a che vedere con la semplicità di un'alimentazione Paleo ma ho pensato di proporre la ricetta proprio per chi, anche durante le feste di Natale, non vuole o non può rinunciare ad ingredienti in linea con questo stile alimentare (soprattutto in caso di forti intolleranze al glutine e al lattosio)

versione paleo 
senza cereali
senza glutine
senza latte
senza latticini
senza soia
senza legumi
senza zucchero 
senza dolcificanti artificiali

Bando alle ciance...
Vediamo insieme come preparare questo golosissimo:

TRONCHETTO DI NATALE
ROTOLO ALLE NOCCIOLE CON GANACHE AL CIOCCOLATO 



INGREDIENTI

BASE
  • 5 uova medie/grandi 
  • 50 gr di farina di arrowroot
  • 35 gr di farina di nocciole
  • 15 gr di farina di cocco (NON quello grattugiato)
  • bacca di vaniglia
  • 40 gr di zucchero di cocco
  • 60 gr di miele

GANACHE INTERNA

  • 160 gr di cioccolato extrafondente 
  • 160 gr di latte di cocco

COPERTURA

  • 60 gr di cioccolato extrafondente
  • 60 gr di latte di cocco 
  • 5 gr di olio di cocco 


PROCEDIMENTO


  • GANACHE INTERNA

Aprire la lattina di latte di cocco e mescolarne il contenuto. Mettere la quantità di latte richiesta in una pentola a fiamma bassa insieme ai semini della bacca di vaniglia e far riscaldare. Quando sarà raggiunto il primo bollore, togliere dal fuoco e spezzettare all'interno il cioccolato. Girare dolcemente con una spatola finchè il cioccolato non si sarà sciolto del tutto (aiutarsi con la fiamma bassa se serve!). Lasciar raffreddare bene a temperatura ambiente.


  • BASE

Accendere il forno statico a 180°.
Separare i tuorli dagli albumi. Montare a neve abbastanza ferma gli albumi e tenere da parte. Unire ai tuorli il miele e lo zucchero di cocco. Sbattere bene questo composto con una frusta elettrica finchè non diventa spumoso e di un bel giallo acceso più chiaro. Setacciare al suo interno la farina di arrowroot, quella di cocco e la farina di nocciole. Lavorare il composto con una spatola o una frusta a mano per amalgamarlo bene. Aggiungere alla fine gli albumi montati a neve, senza smontarli; incorporandoli dolcemente dal basso verso l'alto in modo che l'impasto prenda aria. Foderare con carta forno una teglia di circa 32x36 cm e con l'aiuto di una spatola piatta o un coltello lungo, livellare il composto in modo da ottenere un rettangolo spesso circa 1 cm. Infornare per circa 8/10 minuti, controllando la cottura dall'esterno senza aprire mai il forno in modo da non lasciare uscire l'umidità. Quando la superficie si è colorata, sfornare. Togliere la base dalla placca, lasciandola però sulla carta forno. Lasciar svanire il primo calore e chiuderla con una pellicola trasparente (potete poggiarla per comodità su un vassoio o la gratella del forno; avvolgerla delicatamente e non facendo aderire la pellicola alla base; chiuderla servirà solo a trattenere l'umidità e a non farla rompere quando verrà arrotolata!). Lasciar freddare a temperatura ambiente.

Prima di farcire il rotolo, mettere la ganache per circa 30 minuti al frigorifero. Montarla poi con uno sbattitore elettrico e se il composto risulta troppo duro, aggiungere 2 cucchiai di latte di cocco.

Stendere la ganache sulla base e arrotolarla su se stessa dal lato più corto, staccandola delicatamente dalla carta forno sulla quale è poggiata man mano che la si arrotola, anche con l'aiuto di un coltellino.

Avvolgere il tronchetto ottenuto nella pellicola trasparente e far riposare un paio d'ore in frigorifero (io l'ho lasciato tutta la notte; preparato la sera e decorato la mattina per poi consumarlo a pranzo)


  • COPERTURA

Prepararla come la ganache interna aggiungendo al latte di cocco anche l'olio di cocco e poi il cioccolato. Anche questa lasciar raffreddare bene a temperatura ambiente. 
Al momento di decorare il tronchetto, basterà mescolarla con una frusta a mano o una forchetta.
Stendere la crema di copertura sul rotolo e con uno stecchino ricreare le venature del legno.
Mettere nel frigorifero fino al momento di servirlo; tirarlo via 30/40 minuti prima.


NOTE 
  • Il miele potete utilizzare quello che più vi piace; quello di acacia o millefiori sono più delicati, quello di castagno è più elastico ma deciso. 
  • Se lo zucchero di cocco è troppo grossolano, potete ridurlo in polvere più sottile con un macinino da caffè.
  • Come spiegato su Giallo Zafferano, la ganache interna si può montare appena fatta in una ciotola fredda di freezer e poggiata su del ghiaccio; io non avevo ghiaccio pronto e l'ho lasciata rapprendersi un po' nel frigorifero, come spiegato sopra.
  • La carta forno su cui adagiare l'impasto potete anche leggermente ungerla con dell'olio di cocco che vi aiuterà a staccarla più facilmente quando la arrotolate.
  • Se il cioccolato 80% vi risulta troppo amaro nelle creme (assaggiatele prima di farcire!) potete dolcificarle un po' con del miele.
  • La "finta" neve è fatta con semplice cocco grattugiato.

SOSTITUZIONI FARINE
Se non avete l'arrowroot potete utilizzare la farina di castagne che è abbastanza elastica e lega bene. Io ho preferito usare quella di arrowroot (ovvero, maranta!) perchè più sicura che l'impasto risultasse compatto. Ho usato poi la farina di cocco per il suo retrogusto "biscottoso" ma si può omettere e usare solo quella di nocciole oppure farina di mandorle 





RICETTE AFFINI


  • Per iscrivervi al blog e ricevere tutti gli aggiornamenti

        


  • Facciamo quattro chiacchiere anche su:


             

martedì 1 dicembre 2015

Rotolino alle mandorle con crema al cacao e frutti di bosco



Ciao a tutti e bentrovati,

oggi ricetta speciale; come avete letto dal titolo e visto dalla foto si tratta di un dolcetto che non ho preparato io ma ho avuto il goloso piacere di mangiare.

Qualche settimana fa sono stati a pranzo da me una coppia di amici e la mia cara Florinda ha portato questa deliziosa creazione che abbiamo gustato a fine pasto.
Mooooooooooolto molto buono e fatto con le mandorle al naturale senza cottura; non potevo non postarvi la ricetta di cotanta bontà.

versione paleo 
senza cereali
senza glutine
senza latte
senza latticini
senza soia
senza legumi
senza zucchero 
senza dolcificanti artificiali

Ringraziando ancora Florinda per il graditissimo dono, vediamo con lei come preparare questo:


ROTOLINO ALLE MANDORLE CON CREMA AL CACAO E FRUTTI DI BOSCO


INGREDIENTI
  • 300 gr di mandorle  
  • 2 fichi secchi
  • 6 datteri morbidi
  • acqua q.b.
  • Crema di nocciole ( qui trovate la ricetta)
  • frutti di bosco
  • 2 cucchiai di miele

PROCEDIMENTO

Con un robot da cucina tritare insieme le mandorle, i fichi e i datteri. Aggiungere poco per volta a filo dell'acqua per amalgamare l'impasto (mi raccomando, poco per volta perchè l'impasto deve risultare sodo e non cremoso/liquido). Fare una pallina e mettere a riposare in frigorifero avvolta da pellicola trasparente. Su un piano da lavoro, poggiare della carta forno e adagiarvi sopra la pallina di impasto. Coprire con un altro foglio di carta forno e stendere l'impasto in modo da dargli una forma rettangolare, dello spessore di qualche millimetro. Rimettere in frigorifero e intanto preparare i frutti di bosco. Mettere su fuoco dolce un pentolino con i frutti di bosco e i cucchiai di miele. Mescolare dolcemente e lasciare che si cuocia per qualche minuto in modo da avere una crema densa. Lasciar raffreddare. Preparare ora la crema al cacao seguendo la ricetta linkata in alto, lasciarla intiepidire ma non raffreddare del tutto altrimenti si stenderà meno facilmente.
Assemblare il rotolino stendendo prima la crema al cacao e poi i frutti di bosco. Arrotolarlo con l'aiuto della carta forno su cui è stato disteso, avvolgerlo in essa stessa e rimetterlo in frigo per farlo compattare anche una notte. Decorare con crema e mandorle. Servire freddo.

NOTE = il miele potete utilizzare quello che più vi piace, ricordando sempre che quello di acacia è più delicato nel sapore. I frutti di bosco potete utilizzare anche quelli congelati seguendo lo stesso procedimento senza farli scongelare. Se vi avanzano delle creme, potete chiuderle in un barattolo e conservarle al frigorifero per qualche giorno.
SOSTITUZIONI = La crema di frutti di bosco potete sostituirla con una marmellata biologica fatta di sola frutta senza zuccheri aggiungi. 






RICETTE AFFINI



  • Per iscrivervi al blog e ricevere tutti gli aggiornamenti

        


  • Facciamo quattro chiacchiere anche su:


             

mercoledì 18 novembre 2015

Spezzatino di manzo con zucca e castagne




Ciao a tutti e bentrovati,

oggi ricetta davvero molto gustosa; un piatto dai colori e sapori tipicamente autunnali.
Sappiamo bene che in questo periodo dell'anno i piatti a base di zucca e castagne sono dei must e tantissime sono le idee che possiamo mettere in pratica, dolci e salate.

Qui vi propongo un piatto unico e dalla cottura lenta a base di carne di manzo.
Mi raccomando, ogni volta che è possibile, cerchiamo di acquistare carni buone di animali allevati al pascolo, alimentati ad erba e cresciuti senza uso di farmaci.
Quando si può, facciamo la scelta più sana :-)

Ricetta Paleo 
senza cereali
senza glutine
senza latte
senza latticini
senza soia
senza legumi
senza zucchero 

Vediamo insieme come preparare questo:

SPEZZATINO DI MANZO CON ZUCCA E CASTAGNE

INGREDIENTI 
(x 2 persone)
  • 350/400 gr di spezzatino di manzo
  • 400/500 gr di zucca 
  • 10 castagne di medie dimensioni 
  • mezza cipolla bianca
  • pepe macinato q.b.
  • Sale rosa q.b.
  • 2 cucchiai abbondanti di olio extravergine d'oliva 
  • foglie di alloro
  • origano
NOTE: le quantità sono orientative, in base alla "consistenza" che volete dare alle porzioni più o meno abbondanti; regolatevi anche un po' in base alle vostre esigenze ^_^


PROCEDIMENTO

Come prima cosa lessiamo le castagne intere in acqua bollente con le foglie di alloro. I tempi di cottura variano in base alla dimensione delle castagne, io direi che per castagne di medie dimensioni basteranno circa 20/30 minuti. A me piace lasciarle un po' al dente così restano croccanti. 

Mentre sono in cottura le castagne passiamo a preparare lo spezzatino.

Tagliamo la carne di manzo in pezzi dalla grandezza desiderata (non troppo grandi). Tagliamo a cubetti anche la zucca, privata della buccia e dei filamenti/semi interni. Tritiamo grossolanamente la cipolla.
Per la cottura ho utilizzato una pentola d'acciaio dal fondo abbastanza spesso, adatta per le cotture lente. Facciamo riscaldare leggermente la pentola a fiamma media e adagiamo la carne. Con l'aiuto di un cucchiaio di legno giriamo delicatamente in modo da farla rosolare da tutti i lati. Aggiungiamo alla carne la cipolla tritata, i cubetti di zucca, origano, pepe e un pizzico di sale. Giriamo in modo che tutti gli ingredienti si amalgamino bene. Chiudiamo con il coperchio, abbassiamo la fiamma al minimo e lasciamo andare in cottura, girando di tanto in tanto ed aggiungendo eventualmente un po' d'acqua a filo per non far bruciare gli alimenti. L'umidità comunque che si crea in cottura dovrebbe bastare. 
Io ho fatto cuocere per circa 40/50 minuti. La zucca era cotta al punto da disfarsi facilmente con la forchetta; se a voi piace più croccante potete aggiungerla a metà cottura della carne; io ho preferito stufare tutto insieme in modo che si creasse una cremina.

Intanto terminata la cottura delle castagne, sbucciamole con l'aiuto di un coltellino togliendo sia la buccia esterna che la pellicina attaccata alla polpa. 
Terminata poi anche la cottura della carne possiamo servire.

Mettiamo nel piatto lo spezzatino, condiamo ogni porzione con un cucchiaio di olio extravergine d'oliva a crudo e sbricioliamo sopra le castagne lesse.

NOTE = se avete dello strutto, potete inizialmente utilizzarlo per far dorare la cipolla e la carne e proseguire poi con la cottura aggiungendo la zucca. Così facendo il piatto è sicuramente più saporito ma preferisco condire con l'olio e crudo; a voi la scelta =)






  • Per iscrivervi al blog e ricevere tutti gli aggiornamenti

        


  • Facciamo quattro chiacchiere anche su:


             

giovedì 12 novembre 2015

Crema CioccoMiele




Ciao a tutti e bentrovati,

qualche giorno fa ero alla ricerca di qualcosa di buono da spalmare su dei biscottini semplici che avevo sfornato da poco...
Si ero in vena di qualcosa di cioccolatoso ma non avendo cioccolato extrafondente in casa ho optato per farmi una semplicissima cremina a base di miele.

In realtà, a pensarci bene, un cucchiaino di questa cremina andrebbe bene anche sciolta in un bicchiere di latte vegetale appena intiepidito oppure su una macedonia di frutta fresca e frutta secca o perchè no, su un pancake a merenda anche da portare in ufficio o all'università.
Un'ottima idea anche per gli spuntini dei più piccoli o degli atleti pre/post allenamento.


Due ingredienti
Super genuina
Super veloce
Super golosa

Versione paleo
Senza cereali
Senza glutine
Senza latte
Senza latticini
Senza zucchero
Senza oli vegetali raffinati
Senza soia
Senza legumi


Nulla di straordinario ma molto spesso le cose più semplici sono anche le migliore.

Vediamo quindi insieme le quantità per questa:

CREMA CIOCCOMIELE

Per 100 gr di crema occorrono:

  • 90 gr di miele (liquido, non cristallizzato)
  • 10 gr di cacao in polvere 

PROCEDIMENTO

Setacciamo il cacao e teniamolo in una ciotolina. A fiamma molto bassa rendiamo il miele molto liquido ma senza farlo cuocere, giusto un paio di minuti. Operazione veloce. Spegniamo il fuoco e versiamo il miele sul cacao e mescoliamo bene con una frusta in modo tale da amalgamare gli ingredienti e non far formare grumi. Versiamo in un barattolino di vetro, facciamo freddare e chiudiamo con il coperchio.

NOTE 
  • per il miele potete utilizzare quello che più preferite, ovviamente in base al tipo che scegliete cambierà il retrogusto della crema, io ho utilizzato quello di millefiori abbastanza delicato;
  • per il cacao in polvere preferite quello crudo a quello amaro che trovate comunemente nei supermercati. Il fatto che sia "crudo" vuol dire meno trattato, meno alterato dalla tostatura e meno amaro.
  • potete anche aggiungere della vaniglia se preferite; se l'avete in polvere la aggiungete al cacao setacciato, se avete l'estratto naturale liquido lo aggiungete alla fine, dopo aver mescolato e amalgamato bene miele e cacao.
  • se avete del burro di nocciola.mandorla.amacardi.cocco potete unirlo alla crema, diminuendo il quantitativo di miele. 
  • conservare anche fuori dal frigo, come un comune miele, lontano da fonti di calore e ben chiuso.

RICETTE SUGGERITE




Se decidete di provare la ricetta, fatemi sapere cosa ne pensate
Commenti qui sul blog oppure scrivetemi e mandatemi le foto via facebook/instagram


Mi trovate anche su:

Articoli Correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...